Come scegliere quali giochi comprare per il cane?

Come scegliere quali giochi comprare per il cane?

Quando entro in un negozio per animali resto sempre affascinata dal reparto giochi per cani e capisco perchè le persone non sanno come scegliere quali giochi comprare per il cane.

Vengo rapita dalla quantità e dalla varietà di oggetti in esposizione. Ci sono palline, rosse, gialle, blu, con gli spuntoni, vuote o che sembrano pesare mezzo chilo (mi ricordo ancora quando una mia cliente per sbaglio ne ha lanciata una in fronte al suo cane…per fortuna era un boxer e non un chihuahua), giochi lancia palline, giochi di attivazione mentale, kong mini, kong large, kong extrastrong,  giochi che suonano (anche suoni insopportabili), a forma di bretzel, di maiale, di gnu, di pollo, di pollo vestito da divo , di stoffa, di peluche, di gomma, di silicone e chi più ne ha più ne metta.

Mi occupo di fare consulenza alle famiglie sulla relazione con il cane dal 2001 e da quando ho iniziato questo lavoro, lo sviluppo di negozi che vendono giochi e prodotti per cani ha avuto un crescita di tipo esponenziale. 

Siamo passati da un paio di negozi specializzati in tutta Milano (mi ricordo ancora che per acquistare un gioco di tipo Kong dovevo fare un ordine cumulativo e andare a ritirarlo a Pavia) ad avere addirittura 3 megastore per animali nel raggio di 500 metri da casa mia…non sto scherzando!

Per non parlare della possibilità di scelta attraverso gli acquisti sui siti online: a proposito tra pochi giorni ci sarà anche il Black Friday,

Di fronte a questa meravigliosa opportunità di scelta, rimane lo stesso grande dilemma nelle persone : “Quali giochi è meglio comprare per i cani? 

Quattro caratteristiche a cui devi prestare attenzione

Quando scegli un oggetto per giocare con il tuo cane ci sono tre cose che devi controllare:

  • la qualità: il gioco deve essere resistente e di buona fattura. Resistente non vuol dire indistruttibile;
  • la sicurezza: scegli materiali atossici e privi di parti pericolose. No quindi ad esempio a giochi che abbiamo parti appuntite che possono arrecare ferite alla bocca o alla gola;
  • la dimensione: prendila adatta alla taglia del tuo cane. Ho visto cuccioli che venivano spacciati per “cani che non giocano” , a cui in realtà venivano proposte solo palline enormi che forse solo un alano sarebbe riuscito a trasportare;
  • l’adeguatezza alle sue competenze: in particolare per i giochi detti di  problem solving è importante che siano molto facili all’inizio, altrimenti rinuncerà a giocare.

Vanno bene quindi anche i giochi fai da te, purché rispondano alle caratteristiche che ti ho descritto qui sopra.

Questa risposta è però incompleta, perchè anche seguendo queste indicazioni ti può capitare che un oggetto di gioco, per il tuo cane non sia un oggetto di gioco (e scusa il gioco di parole :-)!. 

Uno tra i momenti più divertenti  del mio seminario che tengo sul tema del gioco “Giocare insieme” è quello in cui i partecipanti condividono la loro “borsa dei giochi”, ovvero la sacca dentro la quale ci sono tutti gli oggetti di gioco che i loro cani usano e non. Da quelle sacche esce sempre almeno un oggetto  “straordinario”, tantissimi giochi distrutti e una buona parte mai usati.

Quante volte sei tornata a casa anche tu felicissima del nuovo acquisto per cui magari hai anche speso un patrimonio per poi vedere che il tuo cane non lo degnava neanche di un’annusata?

Questo è il motivo per cui alla fatidica domanda “Qual è il gioco giusto per il mio cane?”, rispondo con un’altra domanda: “Dipende. A cosa ti serve?”

Oltre alla qualità dei materiali, alla sicurezza e alla dimensione degli oggetti, l’attenzione per scegliere bene un gioco, devi porla soprattutto sul come e perchè utilizzerai questo oggetto: in quale modo lo utilizzerai e quali finalità dovrebbe avere l’attività di gioco. Scrivo dovrebbe perchè uno dei passaggi chiave, che arrivano come un insight alle persone quando faccio lezione, è proprio quello di comprendere che, quando giochi con il tuo cane, non lo stai facendo solo divertire e sfogare, ma stai agendo anche sul piano della vostra relazione fornendogli inconsapevolmente informazioni rispetto a cosa si può aspettare da te e dalla vostra relazione. 

A seconda del modo e delle finalità per cui giocate, una semplice pallina può trasformare il tuo cane da abilissimo Golden che fa il riporto, a Gollum del Signore degli Anelli.

Dimmi come giochi e ti dirò chi sei.

Quando giochi con il tuo cane, lo fai sul piano della competizione o della collaborazione? 

Cosa ti sta comunicando veramente quando gli lanci la pallina e lui non te la riporta? 

Perchè tende a distruggere i giochi?

Quanto ti diverti davvero mentre giochi con lui? E lui con te?

Cosa gli stai insegnando a fare mentre giochi con lui?

Di cosa ha bisogno davvero per divertirsi e non “isterizzarsi” quando gioca?

Queste sono solo alcune delle vere domande che dovresti porti prima di scegliere quale tipo di oggetto acquistare, perchè al di là della qualità di materiali, della loro sicurezza e della dimensione, per scegliere l’oggetto di gioco giusto per il tuo cane devi individuare come e perchè giocare.

Attraverso l’attività del gioco il tuo cane esprime se stesso, i suoi bisogni nella relazione,  i suoi problemi, le sue motivazioni, i suoi desideri e le sue richieste.

Il modo in cui lo fa dipende dalla sua storia, dalle sue caratteristiche come individuo, dall’ambiente in cui vive, dalla vostra relazione, dalle sue motivazioni, dalle sue aspettative e da tanti altri complessi fattori.

Non ci può essere una risposta uguale per tutti.

Ogni cane è un individuo unico e speciale non è possibile pensare di rispondere in modo uguale alla domanda su quali giochi è meglio comprare per il cane. La scelta dell’oggetto e soprattutto del tipo e delle modalità di gioco deve essere personalizzata, perchè influenza il comportamento del cane, la sua capacità di apprendimento e anche la qualità della vostra relazione.

Quindi se ancora per la testa ti frulla  la domanda: “Come faccio a scegliere l’oggetto più adatto per giocare con il mio cane?”.

La risposta è “Dipende.”

E se vuoi una risposta davvero efficace perchè personalizzata vieni al prossimo seminario “Giocare insieme” e ti aiuterò a scoprirla! 

Share